HOME CLASSIFICHE SFIDE ITINERARI POI PIANIFICAZIONE CERCA ACCEDI
Italia - Valle d'Aosta, AO
27/06/2023 10:21:31

Tour Monte Fallere

1 Download
0
 
Condividi
Autore
ebsat
(100)
Zona
Italia - Valle d'Aosta, AO
Km
37,82 km
Durata
30:40:27
Dislivello
+2 300 mt (1269 - 2783)
Difficoltà itinerario
Panorami
Aggiornato al
27/06/2023 21:38:33
Commenti
0
Descrizione

Primo giorno

L'itinerario parte dal campeggio Vecchio Mulino di Saint Oyen. Appena fuori dall'abitato c'è modo di riempire borracce e sacche idriche di acqua fresca. Il percorso si fa subito in salita, che mette alla prova. Guadagnata un po' di quota, già si gode di un magnifico panorama alpino. La salita, se pur su una buona strada forestale, prosegue incessantemente senza mollare per diversi km per poi arrivare alla bellissima Valle dell'Ars, non prima di un tratto veramente impegnativo dove non c'è modo di avanzare se non spingendo la bici. Da lì non manca molto al rifugio Chaligne, dove una sosta è doverosa sia per riprendere fiato sia per godere del magnifico scenario in cui ci si trova.

Lasciato il rifugio, la salita prosegue ancora per arrivare al punto in cui inizia il sentiero a forte pendenza e di conseguenza il tratto di bici a spalla che porta fino al Col de Metz. Ancora uno sforzo per raggiungere la Cima de Metz (2.550m) da dove si gode un panorama a 360 gradi sulle montagne circostanti.

Raggiunta la massima quota della prima giornata comincia la parte divertente della discesa su single track che ci fa perdere rapidamente quota. La prossima fermata è il lago Fallère (2.415m), per arrivarci si percorre un sentiero mangia-e-bevi con tratti a spinta e a spalla che naturalmente ti appesantiscono ulteriormente lo sforzo già fatto. Il lago e la vista delle cime che lo sovrastano però cancellano questa ulteriore fatica, specialmente con un'altra meritata sosta riposante.

Dal lago al rifugio Mont Fallère (2.385m), tappa finale della prima giornata, ci si arriva con un tratto di sentiero tosto, anche in questo caso intervallato da tratti pedalati, a spinta (o spalla) e brevi discese. La vista del rifugio, dall'alto, è la perfetta visione della fine di una giornata stupenda che termina appunto con una bella discesa su single track. Vista la partenza di buon ora, al rifugio ci siamo arrivati intorno alle 14 e di conseguenza ci siamo messi a tavola per un buon piatto di pasta fatta in casa. Preso poi possesso delle camere, lavati e ripuliti a dovere, ci siamo svagati fino all'ora di cena. In questo primo giorno abbiamo percorso circa 26km con quasi 1.800m di dislivello positivo.


Secondo giorno

Dopo un'eccellente colazione a buffet, riempite di nuovo borracce e sacche idriche, si riparte in sella solo per poche centinaia di metri. Infatti, il sentiero in salita non più pedalabile inizia da subito, prima più dolce (che ti permette di spingere la bici) poi sempre più ripido dove portare la bici a spalla diventa il modo più efficiente di avanzare.

Alla fine di questo tratto si raggiunge il Col Fènetre (2.728m) e da lì, poco più in alto ancora, il monte Vertosan (2.821m). Da qui, punto di maggiore elevazione, la vista si perde abbracciando i giganti delle Alpi: dal monte Bianco al monte Rosa e al Cervino fino al Gran Paradiso, mentre per la maggior parte del percorso svetta la Grivola, che, col suo candido manto guadagna il titolo di vera regina del Tour. La discesa dal Col Fènetre è molto ripida, su single track, con alcuni tratti esposti dove fare molta attenzione e ci porta all'alpeggio di Tza de Flassin.

Da qui, essendo a quota più bassa, il paesaggio ritorna ad essere più verde e il successivo tratto in quota (a leggera discesa) è divertentissimo su uno sfondo da cartolina. Alla fine del sentiero ci troviamo sul Tete du Bois de Quart, uno stupendo punto panoramico da dove, ancora una volta, si può ammirare anche la vetta del monte Bianco. La discesa finale è lunghissima, prima su di un tratto molto tecnico con tantissimi tornanti molto stretti, poi il sentiero diventa più flow e super divertente fino a Citrin Desot ed infine di nuovo al campeggio Vecchio Mulino di Saint Oyen. Il giro completo ci ha fatto pedalare per circa 40km, percorrendo 2.300m di dislivello. Un itinerario veramente straordinario, attraversando paesaggi alpini bellissimi, in ottima compagnia, all'insegna dello stare bene insieme e condividendo la passione della mountain-bike!

Scarica la nostra app per mandare la traccia direttamente sul Garmin o navigarla sulle cartine OSM. Android - iOS
Meteo locale
°C
°C
°C
°C
°C
°C
°C
°C
°C
°C

Grafico

Itinerari nelle vicinanze

07/11/2022
- Italia - Valle d'Aosta, AO
paiogs
(12)
26,44 km
Km
+1 600 mt
Dislivello
Difficoltà itinerario
Panorami
07/08/2023
- Italia - Valle d'Aosta, AO
24,43 km
Km
+1 450 mt
Dislivello
Difficoltà itinerario
Panorami
25/06/2024
- Italia - Valle d'Aosta, AO
marco
(115)
19,70 km
Km
+299 mt
Dislivello
Difficoltà itinerario
Panorami
11/07/2023
- Italia - Valle d'Aosta, AO
grip82
(2)
106,52 km
Km
+5 400 mt
Dislivello
Difficoltà itinerario
Panorami
22/08/2022
- Italia - Valle d'Aosta, AO
nonnocarb
(271)
14,66 km
Km
+693 mt
Dislivello
Difficoltà itinerario
Panorami
09/09/2022
- Italia - Valle d'Aosta, AO
marco
(115)
23,16 km
Km
+742 mt
Dislivello
Difficoltà itinerario
Panorami
35,44 km
Km
+1 900 mt
Dislivello
Difficoltà itinerario
Panorami
31/07/2023
- Italia - Valle d'Aosta, AO
Staff
(48)
19,82 km
Km
+1 030 mt
Dislivello
Difficoltà itinerario
Panorami
10/06/2023
- Italia - Valle d'Aosta, AO
marco
(115)
7,95 km
Km
+141 mt
Dislivello
Difficoltà itinerario
Panorami
03/10/2022
- Italia - Valle d'Aosta, AO
gmzolenart
(104)
18,80 km
Km
+1 062 mt
Dislivello
Difficoltà itinerario
Panorami

0 Commenti